Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /usr/www/users/bioraz/wp-content/plugins/related-posts-thumbnails/related-posts-thumbnails.php on line 711

Ben dieci punti sulle foci dei corsi d’acqua del Lazio sono risultati ”fortemente inquinati” ed altri tre ”inquinati”. E’ quanto emerge dal monitoraggio svolto nella tappa laziale da “Goletta Verde”, la celebre campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio ed all’informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane.

Dall’istantanea regionale, presentata lunedì mattina in conferenza stampa a Roma, si evince che nel litorale capitolino, degli otto punti critici campionati in provincia di Roma, sette sono fortemente inquinati ed uno inquinato.

I valori batteriologici piu’ alti che hanno decretato i punti come fortemente inquinati sono:

1) nel comune di Santa Marinella, in localita’ Santa Severa, presso il canale sul Lungomare Pyrgi all’incrocio con Viale Olimpo;

2) nel Comune di Cerveteri, in localita’ Campo di Mare, presso il Fosso di Zambra;

3) nel Comune di Ladispoli, presso la Foce del Rio Vaccino; a Fiumicino presso la Foce del Tevere;

4) nel Comune di Pomezia, presso il Canale su spiaggia di Rio Torto,

5) in localita’ Torvajanica, presso il Canale Lungomare delle Sirene sito ad angolo con Via S. Francisco

6) in localita’ Ardea, presso il Fosso Grande.

Classificato invece come inquinato, il prelievo eseguito a Nettuno, in localita’ Torre Astura, presso il Ponte canale Valmontorio.

In provincia di Viterbo, nel Comune di Montalto di Castro, in localita’ Chiarone, il prelievo compiuto presso la foce del Fiume Chiarone e’ risultato inquinato. Sempre nel Viterbese, nel comune di Tarquinia, in localita’ Lido, valori batteriologici oltre la norma indicano che le acque sono fortemente inquinate.

In cattive acque anche la provincia di Latina. Il prelievo realizzato a San Felice Circeo, campionato presso il Canale sulla spiaggia all’incrocio di Viale Europa e Via Gibraleon, e’ risultato fortemente inquinato. Nel comune di Gaeta, in localita’ Sant’Agostino, l’esame delle acque presso il Torrente Lorgato indica valori batteriologici classificati come inquinati. Piu’ grave la situazione a Formia, in localita’ Gianola, dove le analisi effettuate presso la Foce del Rio Santa Croce segnalano la presenza di acque fortemente inquinate. Sempre in provincia di Latina, i biologi di Legambiente hanno campionato anche due spiagge che sono state segnalate dai cittadini come punti critici ma che hanno registrato livelli di inquinamento batterico entro i limiti di legge: la prima a Sabaudia, precisamente la spiaggia di Torre Paola e la seconda, la spiaggia di fronte a via Scipione a Formia, in localita’ Vendicio.

Leggi anche...  L'Anfora - Pizzeria Ristorante

A San Felice Circeo e al sindaco di Roma, Gianni Alemanno, Legambiente ha assegnato bandiere nere come forma di denuncia dei fenomeni di mancata depurazione e di cementificazione del territorio. A San Felice Circeo, ”per la pessima qualita’ delle acque riscontrata nel canale che sbocca sulla spiaggia le analisi dei biologi della Goletta Verde hanno riscontrato un forte inquinamento microbiologico, proveniente molto probabilmente da scarichi non depurati”.

La seconda bandiera e’ andata al Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, per il progetto del Waterfront di Ostia definito ”una colata di cemento lungo il litorale romano che andrebbe a sancire la fine di ogni speranza di riqualificazione del mare della capitale. Si tratta infatti di un regalo a chi vuole far esplodere altri milioni di metri cubi sulla costa, a totale disprezzo delle vere esigenze di questo territorio, gia’ vessato da tante problematiche”.

Nel Lazio, il viaggio di Goletta Verde non ha riguardato solo la qualita’ delle acque, ma anche la qualita’ complessiva del litorale. A partire da Ardea (Rm), dove Legambiente ha denunciato che nel Paese un reato ambientale su cinque si compie nel Lazio, nel 2011 ben 634 infrazioni accertate, ossia 1,7 al giorno, con una forte morsa dell’abusivismo edilizio sui territori piu’ pregiati.

A Ponza (Lt), Goletta Verde ha incontrato il nuovo Sindaco, per sottoporre all’attenzione dell’amministrazione un documento fatto di proposte, idee e iniziative da mettere in campo per trasformare l’isola in un avamposto sostenibile.

A Fondi (Lt) gli ambientalisti con un blitz nell’area dove e’ stato abbattuto l’ecomostro dell’Isola dei Ciurli, hanno consegnato una bandiera nera all’Amministrazione chiedendo di aprire subito l’area ai cittadini e di stoppare la variante al PRG ‘salva-abusi’ nei campeggi.

Leggi anche...  Le Borette Bioagriturismo

Una sottolineatura meritano le temperature dell’acqua rilevate dai tecnici della Goletta Verde, con i punti a Sabaudia (Lt) e Anzio (Rm) che arrivano a 30*C e tutti gli altri del litorale a sud della Capitale in cui le temperature sono comunque sopra i 25*C, prossime ai valori della torrida estate del 2003 quando il picco massimo venne registrato a Fregene con 30,5*C. Una evoluzione da tenere estremamente sotto controllo, insieme alle concentrazioni dell’ossigeno disciolto, per il possibile incremento di proliferazioni algali, come dimostra l’esplosione di mucillaggine in quel tratto di costa proprio in questi giorni.

(Fonte: agenzia di stampa Asca)