Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /usr/www/users/bioraz/wp-content/plugins/related-posts-thumbnails/related-posts-thumbnails.php on line 711

Svegliarsi presto, correre a lavoro, rimanere imbottigliati nel traffico, incassare il rimprovero del capo, rispondere a mille email, chiamare al telefono, mangiare un boccone al volo, lavorare, lavorare, lavorare…poi scappare di corsa in palestra, 30 minuti di attrezzi e strappi muscolari, una rapida doccia e via al supermercato a destreggiarsi tra cibi in scatola e rimanenze di scaffali in offerta. Stop. Questa non è vita.

Chiudete gli occhi e immaginate la pace della campagna, l’aria fresca sotto l’ombra della quercia, i grilli sfaticati che cantano e le farfalle che volano leggere sopra fiori di zucca e pomodori pachino.

Credete sia impossibile che esista un’oasi del genere proprio nel cuore della città? Vi sbagliate!
L’associazione Lab.bio, operativa da 2 anni sul territorio romano, ha dato vita ad un’iniziativa davvero unica, l‘Orto Palestra presso la Casa delle Autonomie. I ragazzi di Lab.bio in collaborazione con la Cooperativa Sociale Agricola Garibaldi, composta da genitori di ragazzi autistici e dai loro figli (studenti dell’Istituto Agrario Garibaldi), da un paio di mesi curano un terreno nel cuore di Roma, coltivandolo insieme a chiunque voglia partecipare all’attività contadina di gestione dell’orto.

Perché si chiama Orto Palestra? Chi è abituato alla vita cittadina e ha poi scoperto il gusto dell’autoproduzione può immaginare la risposta: il rischio di spezzarsi la schiena per coltivare è alto e allora meglio tutelarsi. Un preparatore atletico segue i partecipanti per insegnar loro ad eseguire i giusti movimenti fisici durante le attività agricole e alla fine dell’ora di “palestra” il raccolto viene distribuito tra i vari “contadini”: tutti i pomeriggi del martedi, del giovedi e del sabato, dalle 14:30 alle 19 coloro che aderiranno al progetto avranno la possibilità di raccogliere i frutti del proprio lavoro.

Leggi anche...  Tartaruga Vegan Food

Inoltre per i più pigri e per chi non avesse disponibilità a partecipare attivamente alla gestione del terreno è possibile fare il pieno di ortaggi bio grazie alle consegne del Gas di Lab.bio: dal 22 maggio infatti, tutti i martedi (sempre dalle 14:30 alle 19) presso la Casa delle Autonomie sarà possibile ritirare le Gas-sette ordinate.

Ed ora arriva il bello!!
L’associazione Lab.bio ha gentilmente pensato di mettere in palio per i nostri lettori di Roma un assaggio dei buonissimi prodotti che compongono le loro “gassette”.
Vuoi essere tu ad aggiudicarti le leccornie del GAS? Ecco come si fa:

– Metti “mi piace” sulla fan page di Lab.bio
Metti “mi piace” sulla fan page di Bioradar
Commenta l’articolo qui sotto (si può anche semplicemente scrivere “partecipo”)

Martedì 31 luglio tra tutti coloro che avranno lasciato un commento verrà estratto il fortunato vincitore che si aggiudicherà i seguenti premi: 5Kg di frutta e verdura (assortita a seconda della disponibilità dell’orto con zucchine, melanzane, insalate, cipollotti, pomodori, meloni e tanto altro); 1 bottiglia d’olio extravergine d’oliva da un litro; 1 bottiglia di vino bianco prodotto da uve biologiche; 1 marmellata biologica di arance siciliane; 1 confezione di ciambellette al vino.

Mi raccomando, per partecipare all’estrazione avete tempo fino a martedì alle ore 13!
…siete pronti? 1, 2, 3, Via!!!!

 

P.s. verranno considerate solo le adesioni di chi abita a Roma perchè la gassetta, contenendo prodotti alimentari facilmente deperibili, non può essere spedita!