Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /usr/www/users/bioraz/wp-content/plugins/related-posts-thumbnails/related-posts-thumbnails.php on line 711

Si stima che in Italia ogni anno si spendano circa 350 euro procapite per pagare il veterinario, le spese sanitarie e i servizi di toletta per i nostri animali domestici. Non è una cifra indifferente se si pensa che alcune cure per i nostri amici a 4 zampe possono essere preparate in casa utilizzando prodotti naturali e facilmente reperibili.[banner]I rimedi che seguono sono un consiglio per iniziare a prendersi cura di cani e gatti con le nostre mani, utilizzando ingredienti genuini e risparmiando un bel po’ di soldi:

Allontanare le pulci con gli agrumi o con il lievito di birra
Alle pulci non piacciono gli agrumi. Sfregate un limone o un arancia o spremetene un po’ di succo sul pelo dell’animale, vedrete subito il risultato!
In alternativa si può mescolare un po’ di lievito di birra nella pappa dei gatti, mentre per i cani si consiglia di aggiungere anche un po’ di aglio (assolutamente vietato per i felini perchè può portare anemia).

Lavare con l’acqua combatte le pulci
Le pulci non sono così attaccate ai nostri amici quando vengono inondate con quel liquido miracoloso che si chiama acqua! Immergere il vostro animale in una vasca d’acqua e sciacquatelo così come si può. Uno shampoo delicato (o del detersivo naturale liquido per stoviglie) può aiutare a rafforzare i benefici del bagno.

Rendiamo il collare anti-pulci
L’olio essenziale di geranio è un ottimo rimedio per respingere le zecche dai cani, basta applicarne alcune gocce al collare.

Contro le irritazioni usare la camomilla
La camomilla è buon rimedio per alleviare le irritazioni della pelle. Dopo aver bollito l’infuso, metterlo in un flacone spray in frigorifero e, una volta fresco, applicarlo sulle screpolature dei vostri animali. Se gli occhi del vostro animale vi sembrano irritati o infettati, calmateli con delle applicazioni usando una bustina di camomilla calda.

Leggi anche...  Natale fai-da-te: come sistemare casa....per le feste!

Dedicato ai cani
– La pelle secca di Fido può essere curata con degli impacchi di olio di vitamina E.
– In caso di vomito e diarrea, bevande contenenti sali minerali possono reidratare il cane, mentre, quando hanno problemi di stomaco dovuti ad antibiotici, un po’ di yogurt con fermenti lattici vivi lo aiuterà a recuperare una corretta attività intestinale.
– Se qualche giorno dopo un’intensa giornata di attività fisica il vostro cane mostra ancora segni di stanchezza e difficoltà nei movimenti, non allarmatevi! Si tratta della malattia del lunedì di Pasquetta, chiamata così perchè un tempo si riprendeva l’attività di caccia proprio in questo periodo: i cani, dopo mesi di riposo invernale, erano costretti a sostenere estenuanti battute di caccia, il chè, quasi sempre, generava pesanti accumuli di acido lattico negli animali. Il rimedio? Mezza tazza di sale di Epsom oppure bicarbonato aggiunti al bagno caldo, oppure usati con acqua tiepida per bagnare un panno da applicare sul corpo o ancora, solo nel caso del bicarbonato, mescolato in piccole quantità (1 cucchiaino) alla pappa.

Dedicato ai gatti
– per limitare la perdita di pelo del vostro micio, dopo averlo spazzolato passate sul pelo un panno umido; inoltre, nei periodi dell’anno in cui il fenomeno è più abbondante, per evitare che si formino fastidiosi boli potete mischiare una nocciolina di burro alla pappa del gatto.
– I felini spesso sono soggetti a problemi di vescica e di uretra. In questo caso il succo di mirtillo senza zucchero può essere un buon rimedio perchè aumenta l’acidità delle urine e riduce di conseguenza la possibilità di formazioni di calcoli e infezioni delle vie urinarie: aggiungete del succo di mirtillo in polvere all’acqua e alla pappa del micio (chiedete al veterinario il dosaggio ideale).

Leggi anche...  Pomodori, a tavola e fuori

Ci teniamo a precisare che questi suggerimenti sono utili, ma non sufficienti in caso di problemi gravi. Il nostro consiglio è quello di rivolgersi sempre ad un veterinario per avere una diagnosi chiara e un parere esperto.