L’auto ad aria compressa è una di quelle invenzioni che rivoluzionerebbero radicalmente l’attuale concetto di mobilità, ancora irrimediabilmente legato ai carburanti derivati dal petrolio (benzina, gasolio, GPL) o comunque a fonti naturali esauribili come il metano.

Nonostante negli ultimi anni si è sentito periodicamente parlare di auto spinte da una fonte di alimentazione così semplice quanto comune ed ecologica come l’aria, al giorno d’oggi non si è ancora riusciti a realizzare un prototipo con caratteristiche che ne rendano possibile una effettiva commercializzazione sul mercato.

In particolare, i prototipi fino ad ora realizzati presentano gravi problemi per quanto riguarda il sistema di propulsione. Durante il regime di funzionamento infatti si viene a formare ghiaccio intorno al motore, un fenomeno che fino ad ora si è rivelato molto difficile da risolvere e che impedisce un utilizzo prolungato dell’unità propulsiva.

Nonostante queste difficoltà, sembra che la ricerca sull’auto ad aria compressa continui senza sosta. L’ultima novità riguarda da vicino proprio il nostro Paese dal momento che la Sardegna potrebbe diventare un futuro centro di produzione di una city car spinta con la forza dell’aria.

La vettura fino ad ora sviluppata, denominata Airpod, si presenta come una sorta di grande uovo, con due maxi-portiere  laterali che scorrono verso l’alto, e si guida attraverso una sorta di joy-stick. La city car può ospitare a bordo tre persone e dovrebbe essere in grado di raggiungere una velocità massima di 80 Km/h, mentre l’autonomia dovrebbe attestarsi ad un valore di 120-150 Km.

Il modello Standard prodotto dalla Midi è stato recentemente esposto fuori dalla Stazione Marittima del capoluogo sardo. Durante la presentazione dei modelli Airpod avvenuta a Cagliari, l’ingegnere francese,Guy Negre, esperto di motori con un passato in Formula 1 alla Williams, ha dichiarato: «La Sardegna e in particolare Cagliari potrebbe divenire un centro di produzione e di esportazione di auto ad aria compressa. Ma non solo: anche di trattori industriali e agricoli.»

Leggi anche...  Fotoreporter Giapponese ha scoperto cosa si nasconde dietro questi misteriosi cerchi sul fondale marino

La versione Standard è una vettura da città, che propone soluzioni innovative anche per quanto riguarda le manovre di parcheggio. L’Airpod infatti può ruotare su se stessa ed essere posteggiata perpendicolare al marciapiede. Il prezzo del modello standard dovrebbe aggirarsi intorno ai 6.000-7.000 euro.

Fonte: Ansa