Tutti gli addobbi natalizi dalle luci, ai presepi animati e dalle luminarie esterne alle decorazioni elettriche, consumano energia e non poca. Per chi è attento all’ambiente ma allo stesso tempo adora il periodo natalizio, prendere la giusta decisione non è affatto facile. Ecco allora che per limitare lo spreco superfluo di energia senza rinunciare alle decorazioni, si può optare per alcune decorazioni natalizie ottenute con prodotti riciclati o non inquinanti ed a prezzi irrisori:

  • palline realizzate con perline riciclate da vecchi indumenti
  • pigne raccolte nel bosco con conetti di carta argentata all’interno per farle luccicare
  • fiocchi ritagliati da stoffe non più utilizzate
  • angeli di vetro da appendere alla porta o sull’albero di Natale invece di quelli soliti in plastica
  • coccarde di cartapesta all’ingresso
  • luci e lampadine da esterno ad energia solare

Se poi non riuscite a rinunciare alle luminarie in casa, non vi preoccupate, ci sono degli accorgimenti che possiamo prendere per consumare meno energia e salvaguardare l’ambiente e la nostra bolletta della luce. Vediamo.

Innanzitutto ricordiamoci che rispettare l’ambiente vuol dire consumare meno energia. Quindi essere green implicherà fare attenzione a ridurre i consumi elettrici e risparmiare sulle relative spese in bolletta. Qualche consiglio su come fare? Eccone 4 che vi saranno molto utili ed a cui probabilmente non avete fatto attenzione prima:

  • Prediligete lampadine e luci a led rispetto a lampadine tradizionali, consumano meno e durano di più

  • Accendete le decorazioni natalizie solo quando siete a casa e spegnetele quando andate a dormire

  • Tenete sotto controllo il riscaldamento della vostra casa, la temperatura consigliata è 20 gradi. Ricordate che è inverno, non c’è bisogno di essere in pantaloncini in casa

  • Scegliete una tariffa luce e gas adeguata alle ore in cui siete maggiormente in casa. Si chiamano tariffe “monoraria” o “bioraria” e vi consentono di pagare meno l’energia elettrica in alcuni momenti della giornata. Fatevi furbi e scegliete l’offerta giusta in base alle ore in cui consumate più energia!

Leggi anche...  Selene Biffi, la trentenne per niente choosy che ha vinto il Rolex Awards

Sul sito web dell’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) troverete molti altri consigli riguardo al risparmio energetico sotto le feste natalizie.

Fonte: https://www.csttaranto.it/natale-green/
Autrice: Carolina Chiari