Se c’è una cosa che può rendere l’arte ancora più unica è la capacità dell’artista nell’utilizzare per le sue creazioni esclusivamente materiale di scarto. Lo scultore giapponese Haroshi lo sa bene!

 

Nato come artista del legno ma grande appassionato anche di skateboarding, Haroshi è riuscito a coniugare questi due mondi così distanti tra loro dando vita a opere originali e uniche: le sue sono sculture in 3D realizzate recuperando il legno di tavole da skate rotte o inutilizzate! Haroshi seleziona con cura e occhio esperto centinaia di vecchi skateboard, che in un secondo momento vengono pressati e lavorati per restituire loro una nuova forma.

 

Colori sgargianti e soggetti pop rendono l’arte di Haroshi un vero capolavoro di originalità, ma le sue opere nascondo anche un segreto più profondo: ogni scultura cela “un’anima” inserita al suo interno durante il processo di costruzione, un frammento di metallo proveniente dallo skateboard recuperato per dar vita all’opera stessa.

 

Questo progetto si arricchisce inoltre di profonde radici storiche quando si scopre che il metodo utilizzato da Haroshi per le sue sculture è lo stesso che gli scultori del passato utilizzavano per dare vita alle statue del Buddha.

 

Tradizione, rispetto per l’ambiente e street art…non potevamo chiedere di più!!

 

Leggi anche...  Quando riciclare la "Notte Stellata" di Van Gogh diventa un gioco da...pomelli!